Presentazione

 

Tiziano Rizzi ha acquisito la sua prima formazione professionale nella bottega di ebanisteria del nonno, frequentando successivamente il laboratorio di liuteria del maestro Carlo Raspagni.

Un rigoroso approccio storico-filologico è sempre stato alla base del suo lavoro di ricostruzione di strumenti antichi: una impostazione di questo tipo permette di costruire strumenti coerenti con la cultura e l’estetica musicale, e con le tecniche esecutive specifiche dei vari periodi storici.

E’ con questo presupposto che Tiziano Rizzi ha costruito e costruisce liuti, chitarre e mandolini; una Tiorba (chitarrone) di sua costruzione frutto di un approfondito lavoro di studio e di ricerca è esposta dal 2001 al Museo del Castello Sforzesco di Milano.

Accostarsi da vicino a strumenti storici è un’esperienza unica: Tiziano Rizzi ha avuto modo di lavorare su strumenti dei più importanti musei italiani; tra questi, il Museo del Castello Sforzesco di Milano, il museo dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, il Museo di Santa Giulia di Brescia.

Anche il lavoro di ricerca è di estrema importanza per la conoscenza degli strumenti del passato; la condivisione e la diffusione delle informazioni acquisite è sempre stata una prerogativa di Tiziano Rizzi che, oltre ad essere stato dal 1982 al 2011 docente di laboratorio di costruzione presso il corso di specializzazione per liutaio costruttore di strumenti a pizzico della Civica Scuola di Liuteria di Milano, ha tenuto lezioni e conferenze presso istituzioni autorevoli e prestigiose, tra le quali il corso di laurea in Musicologia dell’Università degli Studi di Pavia (sede di Cremona), i corsi FSE per restauratori di strumenti musicali di Pieve di Cento, il Museo di Santa Giulia a Brescia.

La sua attività di studioso gli ha permesso di curare la catalogazione delle collezioni di strumenti a pizzico del Museo del Castello Sforzesco di Milano, del Museo dell’Accademia di Firenze, del Museo Bagatti - Valsecchi  di Milano e l’inventario del Museo di Santa Giulia a Brescia, oltre alla pubblicazione di articoli e saggi su riviste specializzate.

Dall’Anno Accademico 2016/2017 insegna Restauro degli Strumenti Musicali per l’Università degli Studi di Pavia presso il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali del dipartimento di Musicologia di Cremona (LMR/02).

Dall’Anno Accademico 2016/2017 insegna Fondamenti di Storia e Tecnologia dello Strumento (Codi/02) per le classi di Chitarra, Liuto e Mandolino presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano.